Scopre già da fanciullo che il fumetto non è solo da leggere ma anche da disegnare, portando come esame di 5° elementare un tema sui super eroi. Influenzato dai fumetti anni 70 di suo zio si dedica allo studio e alla ricerca del “segno”.
Durante i suoi studi ha l’occasione e la fortuna di incontrare e imparare da maestri come Marco Bianchini, Giuseppe Palumbo, Simone Bianchi, Gipi e Ausonia.
Nel 2008 esordisce con l’artwork per l’album “Artificial kid n° 47”, nello stesso anno con Lo-fi comics instaura un rapporto che lo porta alla pubblicazione di due mini serie: “Il paese degli stronzi” e “Mantello” e di alcuni racconti come “Madi5on” e “Gabbiani”.
Dal 2016 collabora con il collettivo RONIN.

Visita il nostro shop! Dismiss