Fabio Lastrucci nasce il 21 marzo 1962 a Napoli e dalla scoperta della lettura inizia a divorare pastasciutta e giornalini, compulsando pure bugiardini medici, bollette ed elenchi del telefono. Perr imitare il papà Domenico, pittore, disegna dove può con una preferenza per le superfici dei banchi e i diari scolastici.

In età adulta, liceoartisticizzato e accademizzato a dovere, diventa cofondatore e socio di diversi laboratori di scultura, sfornando dal ’89 al 2010, elementi scenografici, maschere, costumi ed effetti speciali per le reti televisive nazionali, teatro, enti lirici e cinema. Dopo aver costruito e scolpito centinaia di manufatti su progetti altrui, si unisce al fratello Paolo nel gruppo artistico Nuages-morbidi approdi, producendo quadri-scultura entrati a far parte di collezioni private, spettacoli teatrali e spazi espositivi.

Troppo casinista per fare una sola cosa alla volta ne coltiva tante nel contempo, tenendo dal ’87 corsi e seminari in scuole pubbliche o private, sfornando saltuarie illustrazioni pubblicitarie e albi a fumetti – vedi la riduzione dello spettacolo “La guerra di Martin” su testi di Francesco Silvestri (I° edizione 1987, ristampata nel dicembre 1998). Come non fosse abbastanza, il Lastrucci si lascia prendere dal demone della scrittura (da sempre frequentato) pubblicando dal 2000 a oggi circa una settantina di racconti, oltre ad articoli, romanzi e antologie, di cui ricordiamo il saggio sul fumetto vintage “Fantacomics” (Delos Digital 2015) e il ciclo fantasy  (Milena edizioni) iniziato nel 2015 col volume“Il ritorno dell’Arcivento”.

In tempi recenti è tornato al primo amore, il disegno, pubblicando illustrazioni e fumetti sulla webzine Giornale Pop, quindi scoperta l’esistenza della community Mokapop, partecipa al contest “Arena” piazzandosi al terzo posto con la storia “Il giardino dei Klee”.

Non ci voleva, ringalluzzito dall’esito della gara, si mette a produrre vignette fantascientifiche per la rivista Andromeda, pubblica fumetti e storie illustrate su Ronin 2 e 3 e idea il serial “The Pawniac delight”, fumetto con le colorazioni di Pietro Rotelli di prossima uscita sulla testata americana Perihelion SF.

Se solo fossi meno pigro, si rimprovera spesso davanti ai progetti inevasi…

Contatti:

Mail: fabio.lastrucci2002@libero.it

Home page: morbidiapprodi.wordpress.com

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/fabio.lastrucci